L'Anelleria (Roma): quando un gioiello diventa "democratico"

Circa due anni fa me ne parlò un'amica a cena; una di quelle donne interessanti, con la super dritta sempre in tasca tra il serio e il faceto, tra l'utile e il dilettevole, insomma una di quelle donne insieme alle quali mi iscriverei anche ad un corso di latino-americano (si fa per dire, a tutto c'è un limite!). Eravamo dinnanzi un piatto esagerato di tonnarelli cacio e pepe, quando mi raccontò dell'Anelleria: "ma sai che al centro di Roma c'è un posticino dove puoi concederti il gioiello tanto sospirato?", sventolando il suo anulare con tanto di anello, che avrei giurato essere l'originale di un noto brand di gioielli.

Insomma se hai in mente un gioiello particolare, visto in copertina su un magazine modaiolo, di quelli davvero lussuosi, bene puoi sospirare e... commissionarlo! Verrà realizzato in argento placcato oro e pietre. Il tutto a prezzi cheap e senza il timore di portare in giro un gioiello esageratamente costoso.
Roba da mandare in pensione il principe azzurro, per la serie: "caro principe, lo sbrillocco me lo concedo da sola!".




Questa rivelazione ghiotta è rimasta nella mia memoria, con un solo imperativo: devo andarci!! Così in un pomeriggio di timida primavera, eccomi dinnanzi la vetrina dell'Anelleria, nel cuore di Roma (Via dei Banchi Vecchi). Sorpresa da tanti gioielli sfavillanti, dove il luccichio delle pietre viene esaltato dal negozio in stile Epoque; un posto che rievoca altri tempi.
Mi accoglie il proprietario, appassionato inevitabilmente di gioelli; si diverte a mostrarmi le sue creazioni. In particolare, mi svela quanti anelli alla "Kate Middleton" ha venduto. Questo per capirci:



Certo non sarà l'originale, non ci sarà dietro una storia degna di un fotoromanzo, niente principi, principesse e cavalli bianchi, ma è un modo per concedersi un gioiello come un gioco da indossare come e quando si vuole, e da riporre nel proprio portagioie tra braccialetti di perline e varie. Senza troppi pensieri. Naturalmente questo è solo uno tra i tantissimi preziosi possibili.


Un'idea da tenere presente per un auto-regalo, o per una persona cara. Io ho già qualche idea....
Ah, ho già detto che sono gioielli riprodotti con la massima cura per i dettagli, lontani dai soliti gioielli low cost che somigliano più a delle patacche?



3 commenti:

  1. però... buono a sapersi! E si trova a Roma, wow!
    La prossima volta ci faccio un salto!
    p.s. sai che hai un modo unico di raccontare? Molto coinvolgente e delicato, qualunque sia il tema trattato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, si trova proprio in centro, il proprietario mi raccontava che arrivano persino molte turiste straniere con l'obbiettivo di portare a casa un gioiello particolare, ma troppo costoso nella versione originale!

      P.S. divento un po' rossa, ma accolgo il tuo complimento come una cosa bellissima issima issima. Una margherita per te... ✿

      Elimina
  2. Beh, io la trovo una cosa molto interessante. Adesso voglio farmi fare un brillocco in stil Liz Taylor!

    RispondiElimina