Sotto l'ombrellone



Sopravvissuti ai gavettoni o vi siete dati alla pigrizia più sfrenata? 
Ad ogni modo l'aria di vacanza fa proprio bene perchè interpone un trattino invisibile tra i giorni ordinari e quelli che lo diventeranno a breve, ma, con un ma dinnanzi significativo; quello di apportare delle varianti alle nostre vite. 
Cambiamenti abbastanza radicali o semplici mutamenti qua e là, poco importa la sostanza non cambia. E non ditemi che non ci pensate proprio in questi giorni!

Agosto è il mese in cui riprogrammiamo le lancette, ci scaldiamo per Settembre, quando si ritorna sempre sui banchi di scuola, carichi dall'estate e di buoni propositi; magari da disattendere il giorno seguente, magari da realizzare, chissà. Un nuovo lavoro, un progetto da troppo tempo fra le dita e per la testa, una persona da risentire... 
Pensieri con un'unica certezza: assestare meglio il colpo, qualsiasi esso sia. 

Sotto i raggi dell'ombrellone sembra di vedere le cose da una prospettiva più libera, più fertile, più nuda da banalità e appesantimenti: quello che siamo e il resto, fatto di altri, di cose da fare, da rifare e da non rifare. 
Vi lascio un saluto tra questi pensieri ad alta voce e un sorso e l'altro di limonata freddissima. 
Buone vacanze.


4 commenti:

  1. Io mi sto rilassando, godendo gli ultimi momenti di relax.. ma se dobbiamo oarlare di buoni propositi e programmi.. no, non ne sto proprio facendo!! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarò strana io, mannaggia anche sotto l'ombrellone troppe riflessioni! ;))

      Elimina
  2. Mi sa che devo proprio andarci un pò sotto all'ombrellone che qua ho un bel pò di cose da preparare per settembre!

    RispondiElimina
  3. Per me il vero capodanno è settembre (pensa che influenza hanno avuto gli anni di scuola!!), con tutti i buoni propositi del caso!

    RispondiElimina