Book-pills | “Viaggio in Portogallo”, José Saramago




«Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. E anche loro possono prolungarsi in memoria, in ricordo, in narrazione. Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto “Non c’è altro da vedere”, sapeva che non era vero. La fine di un viaggio è solo l’inizio di un altro. Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si era visto in estate, veder di giorno quel che si era visto di notte, con il sole dove prima pioveva, vedere le messi verdi, il frutto maturo, la pietra che ha cambiato posto, l’ombra che non c’era. Bisogna ritornare sui posti già dati, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre ».
José Saramago, “Viaggio in Portogallo”

11 commenti:

  1. é vero! il viaggio ti lascia dentro qualcosa, ti cambia e viaggi per tutta la vita.
    http://blogpercomunicare.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. Una citazione perfetta per un bel sabato d'aprile come questo.

    Tiziana, su ElectroMode c'è un piccolo "premio" very inspiring per te ;)

    Alessia
    ElectroMode

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazieee, passo subito subito!
      Buon fine settimana Alessia! :))

      Elimina
  3. Purtroppo non conosco ancora Saramago, dopo questo pezzo, devo assolutamente cominciare a leggerlo :)
    Grazie e buon pomeriggio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, sì mi piace "lasciarvi un assaggio" per una prossima lettura...
      Buon fine settimana a te, bacio!
      Tiziana

      Elimina
  4. Amazing picture! So beautiful:)

    http://theprintedsea.blogspot.de/

    RispondiElimina
  5. E' incredibile, ma qualche giorno fa una mia amica su facebook ha postato parte di questo brano senza però citare la fonte. Forse è segno che devo leggere il libro...;-)

    RispondiElimina