Book-pills | "Le città invisibili", Italo Calvino






«A Cloe, grande città, le persone che passano per le vie non si conoscono. Al vedersi immaginano mille cose l'uno dell'altro, gli incontri che potrebbero avvenire tra loro, le conversazioni, le sorprese, le carezze, i morsi. Ma nessuno saluta nessuno, gli sguardi s'incrociano per un secondo e poi si sfuggono, cercano altri sguardi, non si fermano».
-Italo Calvino, “Le città invisibili”

7 commenti:

  1. L'ho letto diversi anni fa, mi era piaciuto ma non mi aveva fatta impazzire, certo è molto particolare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spesso mi capita di guardare una scena, scattare una foto e mi salta in mente un pezzo, qualcosa che ho letto!
      Ecco il perchè di queste "pillole".
      Oggi è toccato ad Italo Calvino!
      Buona domenica :))

      Elimina
  2. effettivamente c'è questa relazione tra l'immagine e la frase di calvino, è un bel modo di presentare le cose

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ;)) un modo per raccontare qualcosa, portando un libro in primo piano.
      Benvenuto, ti seguo anch'io.

      Elimina
  3. Ciao Tiziana ,piacere di conoscerti ! ricambio con piacere la tua visita ! Nuova iscritta anch'io !!

    RispondiElimina
  4. Beautiful blog! Thank for taking your time and visit mine.

    Have good day!

    RispondiElimina