Come apparecchiare una tavola (quasi) perfetta, in poche mosse!

bon ton a tavola
1. apparecchiare una tavola informale

"Invitare qualcuno a pranzo vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona durante le ore che egli passa sotto il vostro tetto."  
-Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto

Che ne dite di incaricarci di quella felicità, iniziando proprio da una tavola allestita con cura?
Nella vita frenetica di tutti i giorni non possiamo concederci il lusso di una tavola sempre al top! Inevitabilmente, quando desideriamo far bella figura, o semplicemente, coccolare amici e familiari con una cena impeccabile, si fanno largo i soliti dubbi: dov'è che andava la forchetta? Il cucchiaio? Quello e quell'altro ancora...
Per non sbagliare è sufficiente memorizzare uno schema basic ed essenziale (immagine 1). 
Le regole per una tavola ben allestita? Poche quanto essenziali:

  • Repetita iuvant: rispettate la disposizione corretta delle posate, bicchieri, etc.
  • Scegliere una bella tovaglia, non importa che sia bianca, colorata, a tinta unita o con motivi. L'importante è che sia di tessuto morbido; vietatissime tovaglie rigide, o quelle plastificate (proprio impresentabili!).
  • Comprare o comporre con le vostre mani un bel centrotavola; basterà poco per creare l'atmosfera, come un vasetto con qualche fiore fresco  o candele profumate.
  • Nell'insieme scegliere dei colori cromatici equilibrati.
  • Usate dei segnaposto se il numero dei commensali si fa importante (da 6-8 commensali).
  • Se desiderate farvi ricordare, unite al segnaposto un piccolo pensiero da donare a ciascun ospite.
  • La fantasia è un elemento fondamentale, quindi non esitate ad aggiungere tocchi personali; racconteranno la personalità del padrone di casa o, più semplicemente, quello che desiderate comunicare.
Naturalmente se l'occasione è formale lo schema basic dovrà complicarsi, ma nulla di difficile, perchè  basterà aggiungere solo alcuni elementi a quelli già memorizzati (immagine 2).

idee per apparecchiare la tavola
2. apparecchiare una tavola formale




P.S.: Adesso è tutto più chiaro? Spero a prova di suocera con invito last-minute!

13 commenti:

  1. Io ho sempre "paura" di fare errori clamorosi, soprattutto quando ci sono ospiti a cena. Ottimi questi consigli.
    Un bacio.

    Valeria.
    http://myurbanmarket.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) anch'io, infatti da quando ho memorizzato quelle due/tre cose da ricordare, adesso è mooolto più semplice!

      Elimina
  2. Si possono mettere i tovaglioli di carta anche nelle occasioni un po' pù formali? (Vado matta per quelli di carta si possono creare effetti davvero spettacolari)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende da quanto formale. Se si tratta di amici, allora io andrei tranquilla con tovaglioli di carta piegati in modo particolare. Se si tratta di persone che non si conosce molto e si invita a cena per la prima volta metterei tovaglioli in stoffa, coordinati alla tovaglia! ;)

      Elimina
  3. Ciao, grazie del tuo commento. Ma è davvero carino il tuo blog, ti ri-seguo con molto piacere sui vari social. Se vuoi fai lo stesso e torna:) a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, genitilissima! :) ricambio con piacere e ri-benvenuta! ;)

      Elimina
  4. ciao Tiziana grazie per essere passata da me,complimenti per il tuo blog,ti seguo anch'io volentieri un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e benvenuta! grazie a te per la ricetta strepitosa! ;)

      Elimina
  5. certo che è a prova di suocera!! ;-)

    RispondiElimina
  6. Complimenti per il blog!! Grazie mille per questo post, moooolto utile!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille a te, gentilissima!;))

      Elimina
  7. ottimi consigli! in questo caso l'errore è sempre dietro l'angolo!

    Bel blog!Complimenti, sono una nuova follower!
    se ti va seguimi anche tu su www.alchemianblog.com

    RispondiElimina